Skip to main content

Grasse da balcone

Poca manutenzione e tanta sopportazione, anche in inverno sul balcone?
Passa alle grasse, anzi passa da noi sabato 13 aprile.

Chiedi agli esperti

È vero che in inverno non dobbiamo innaffiare le piante grasse?
Meglio riparare tutte le grasse o solo le succulente dal fredo?
Ho un cactus con una macchia di secco, cosa posso fare?

Chiedi, chiedi pure. gli esperti del nostro garden risponderanno a domande,
allontaneranno dubbi, saranno pronti a suggerire soluzioni e, in due momenti
dedicati, alle 11 e alle 17, potrete assistere a una dimostrazione pratica di una
composizione da esterno.

In offerta

Piante grasse da balcone, vaso Ø 10, a 1,90€

Ora non ti resta che provare

Assicurati di scegliere le piante grasse che meglio si adattano alle condizioni di luce e temperatura del tuo balcone e assicurati di fornire un drenaggio adeguato per evitare ristagni d’acqua, che possono danneggiare le radici delle piante, scegli le piantine che dovranno restare alle intemperie seguendo le indicazioni degli esperti e questo piccolo elenco:

  • Sedum: robuste e disponibili in varie forme e colori
  • Sempervivum: formano rosette affascinanti e possono resistere bene alla siccità.
  • Crassula: facile da coltivare e può dare un tocco decorativo al balcone.
  • Echeveria: osette succulente e sono disponibili in una vasta gamma di colori e dimensioni.
  • Aloe Vera: facile da coltivare sul balcone e può essere utilizzata per le sue proprietà curative
  • Agave: un balcone spazioso? Un’agave può essere una scelta interessante.
  • Opuntia: Nota anche come fico d’India, richiede molto sole e resistere bene alle intemperie
  • Portulaca: Questa pianta ha fiorellini e foglie succulente.

    La stagione dei gerani

    Eccola, è arrivata, la stagione in cui da ogni finestra, terrazzo, balconcino, spuntano rossi, rosa,
    variegati gerani rigogliosi che regalano incanto.

    Siamo in tanti ad amarli e la promo della settimana è dedicata a loro.
    Da sabato 6 a venerdì 12 aprile gerani vaso Ø 14 a 1,50€

    Fioritura abbondante e duratura?

    • Luce e Posizione: I gerani amano la luce solare diretta e posizioni soleggiate.
      Assicuratevi di posizionarli in un’area dove ricevano almeno 6-8 ore di sole al giorno.
    • Annaffiatura: I gerani preferiscono terreni ben drenati e non amano avere i piedi sempre bagnati. Annaffiate regolarmente, lasciando asciugare leggermente il terreno tra un’annaffiatura e l’altra.
    • Fertilizzanti: Durante la stagione di crescita attiva, occorre fertilizzare una volta al mese.
      Evitate l’uso eccessivo e prodotto e quantità chiedete come al solito a Andrea.
    • Potatura: Rimuovete regolarmente i fiori appassiti per stimolare una nuova fioritura e mantenere le piante in salute. Potate anche eventuali rami secchi o danneggiati.
    • Protezione dal Freddo: Se vivete in un’area con inverni rigidi, proteggete i vostri gerani dal freddo eccessivo portandoli all’interno o coprendoli con un tessuto non tessuto.

    Camminate Bulzaga➝Bulzaga

    Ritornano le camminate lente alla scoperta del nostro territorio, con partenza
    dal Garden e l’arrivo alla Cantina.
    Calanchi, orchidee spontanee, fioriture e la bellezza della nostra Romagna che si
    mostra un passo dopo l’altro.

    Quando?

    Sabato 6, domenica 14 e domenica 28
    si partirà dal parcheggio del Garden per raggiungere Pideura e la nostra cantina

    Cosa occorre?

    Eccovi alcuni dati dati tecnici:
    Ritrovo presso il parcheggio del Garden per le 9:30. Partenza alle 10:00 con arrivo previsto alla cantina per le ore 12.
    In cantina ti aspettano 2 calici del nostro vino, acqua, una piadina farcita o un piatto con crostini a base di verdure, dolce e caffè!! 💥 Il rientro è previsto per le 16:00 circa

    • Difficoltà: FACILE (E)
    • Distanza: Km 14,4
    • Durata: 6 h circa (soste comprese)
    • Dislivello 280 mt

    Consigliamo scarpe comode e abbigliamento adeguato.
    Sarà con noi Sara Borghesi, guida ambientale escursionistica che ci accompagnerà per tutta la durata del percorso 🥾

    Il costo dell’evento è di 30€, comprendente di guida e degustazione! 🥂Prenotazione obbligatoria scrivendo al 335-1375120, fino a esaurimento posti.

    Giallo limone

    Un colore che solo a pensarci mette allegria, una pianta che regala un sentore mediterraneo
    a ogni giardino, terrazzo, balcone.
    Al limone è dedicata un’intera settimana, con un’offerta straordinaria:
    pianta di limone vaso Ø20cm a 19,50€
    da sabato 23 a venerdì 29 marzo, vi ricordiamo anche che Domenica Santa Pasqua e Lunedì dell’Angelo
    saremo chiusi per stare in famiglia.

    Limoni in vaso, qualche consiglio

    • Terreno: preferire un terreno ben drenante e ricco di sostanze nutrienti. Molto comodi sono i terricci specifici per agrumi che trovi nel nostro reparto terricci e concimi.
      Evita terreni compatti che possono trattenere troppo l’umidità.
    • Posizione: il limone ama la luce solare diretta, quindi posiziona il vaso in un luogo dove riceva almeno 6-8 ore di luce solare diretta al giorno.
    • Temperatura: Il limone prospera in condizioni di calore, quindi assicurati che la temperatura non scenda al di sotto dei 15-18°C durante la notte. Durante l’inverno, devi proteggere la pianta dal freddo intenso portandola in limonaia (se ce l’hai) o avvolgendola in strati di TNT
    • Annaffiatura: mantieni il terreno uniformemente umido, ma non completamente bagnato. Annaffia la pianta solo quando il terreno inizia a seccarsi in superficie. Evita l’accumulo di acqua nel sottovaso, potrebbe causare marciume delle radici.
    • Fertilizzazione: il limone ha bisogno di nutrienti per crescere e produrre frutti. Durante la stagione di crescita attiva (primavera-estate), puoi fertilizzare ogni 4-6 settimane. Chiedi ad Andrea nel reparto fertilizzanti, saprà consigliarti al meglio.
    • Potatura: potare la pianta di limone può aiutare a mantenere una forma compatta e promuovere una crescita più sana. Rimuovi i rami morti o danneggiati e riduci la crescita eccessiva per favorire lo sviluppo di nuovi germogli.
    • Controllo dei parassiti e delle malattie: Ispeziona regolarmente la pianta per controllare la presenza di parassiti come afidi, ragni rossi o cocciniglie. Se noti segni di infestazione, puoi utilizzare insetticidi naturali per combatterli. Assicurati anche di evitare ristagni d’acqua e condizioni di elevata umidità per prevenire malattie fungine come la muffa grigia o la maculatura fogliare.

    Naturalmente per qualsiasi altro consiglio gli esperti del nostro vivaio sono a disposizione.

    Aromatiche e odorose

    Che non son sinonimi, è chiaro al gusto e anche all’olfatto.
    Le aromatiche essenziali e irrinunciabili in cucina, nei cocktail party,
    nelle preparazioni di tisane e nella decorazione dei piatti,
    saranno le protagoniste della prossima offerta in vivaio:
    le aromatiche in vaso ø 14 a 1,50€

    Scopri altri usi interessanti

    • Aromaterapia: molte erbe aromatiche vengono utilizzate in aromaterapia. Oli essenziali derivati da erbe come la lavanda, la menta, l’eucalipto e il rosmarino vengono diffusi nell’ambiente o utilizzati in massaggi per promuovere il rilassamento, alleviare lo stress e migliorare il benessere generale.
    • Medicina tradizionale: alcune erbe aromatiche sono utilizzate nella medicina tradizionale per trattare vari disturbi e malattie. Ad esempio, la camomilla è conosciuta per le sue proprietà calmanti e può essere utilizzata per alleviare l’ansia e indurre il sonno. L’echinacea è spesso utilizzata per sostenere il sistema immunitario, mentre la menta è nota per alleviare disturbi gastrointestinali come nausea e indigestione.
    • Cosmesi: gli oli essenziali e gli estratti di erbe aromatiche vengono spesso utilizzati in prodotti per la cura della pelle e dei capelli. Possono essere presenti in creme idratanti, lozioni, shampoo, balsami per capelli e saponi, offrendo benefici come idratazione, pulizia e freschezza.
    • Profumi e fragranze: molte erbe aromatiche vengono utilizzate nella produzione di profumi e fragranze. Le note aromatiche di erbe come la lavanda, il rosmarino, la salvia, possono essere miscelate per creare fragranze uniche e coinvolgenti per profumi, deodoranti per ambienti e prodotti per il corpo.

    Ranuncoli, che poesia

    Se anche tu, come noi, ami questi deliziosi fiori, colorati e sinuosi non perdere
    la prossima promo in vivaio.

    Ranuncoli vaso 12 a 1 € (fino a esurimento scorte) da sabato 9 marzo a a venerdì 15

    Parlano d’amore, di fascino e attrazione. Spesso usati sulle tavole informali per il loro esser
    “spettinati” e nei bouquet che vogliono farsi ricordare.

    Bulbi di primavera

    Crochi, narcisi, tulipani, iris i bulbi piantati a marzo regaleranno colore
    e poesia ai vostri giardini, terrazzi, cesti e fioriere.

    Benvenuto marzo, torniamo in giardino, tempo permettendo e siamo pronti
    a vangare, ripulire, fertilizzare e a piantar bulbi da guardar fiorire.

    In offerta in vivaio, bulbi misti a 0,90€ (fino a esaurimento scorte)
    E come ogni volta troverete ispirazione, composizioni e già tante idee per la
    festa della donna e per quella del papà (per lui fate un salto in Bottega!)

    Il mio terrarium

    Un microcosmo affascinante, un piccolo ecosistema autosufficiente capace di incantare.
    Ma quali sono le piante più adatte? Come realizzarlo? Che cosa occorre?

    A queste domande e, a tutte quelle che vorrete fare, risponderemo in una giornata dedicata
    interamente ai terrari, con due momenti in cui vi mostreremo personalmente come, partendo da vaso
    e scelta delle piantine, potreste realizzare il vostro piccolo mondo perfetto.

    Quando?

    Sabato 9 marzo, con dimostrazione pratica alle 10.30 e alle 17

    Cosa serve per creare un terrario?

    • Contenitore: Scegli un contenitore di vetro trasparente, come un vaso, una campana di vetro o un barattolo. Ne trovi tantissimi fra i nostri vasi. La forma e la dimensione dipendono dai tuoi gusti e dallo spazio a disposizione.
    • Piante: Seleziona piante che prosperano in condizioni simili di umidità e luce. Le felci, i muschi, le orchidee e le tillandsie sono alcuni esempi popolari, chiedi consiglio a Federica, Mattia, Paola, sapranno aiutarti sempre.
    • Substrato: Crea uno strato di base con un terriccio adatto alle tue piante. Puoi aggiungere pietre, muschio e altri elementi decorativi per creare un paesaggio personalizzato.
    • Accessori opzionali: Ghiaia, pietre, muschio, piccola oggettistica, possono aggiungere bellezza e funzionalità al tuo terrario.

    Viola del pensiero

    Sai che la viola del pensiero, da molti, è chiamata mammola?
    Il suo nome scientifico è viola tricolor, per la particolarità dei suoi petali.
    È resistente e di natura perenne. Posizionala in una zona ideale e la vedrai fiorire con regolarità

    Come coltivarle:

    1. Esposizione al sole: Le viole del pensiero prosperano in posizioni parzialmente o completamente soleggiate. Hanno bisogno di almeno alcune ore di sole al giorno.
    2. Tipo di suolo: Queste piante preferiscono un terreno ben drenato, leggero e ricco di sostanza organica.
    3. Piantagione: Le viole del pensiero possono essere piantate sia in primavera che in autunno. Assicurati di piantarle a una profondità simile a quella del vaso in cui sono state coltivate

    Come curarle:

    1. Irrigazione: Mantieni il terreno uniformemente umido, ma non inzuppato. Evita di lasciare il terreno costantemente bagnato per evitare marciume radicale.
    2. Fertilizzazione: Le viole del pensiero beneficiano di un fertilizzante bilanciato applicato durante la stagione di crescita (primavera e inizio estate).
    3. Pulizia: Rimuovi i fiori appassiti per stimolare la produzione continua di fiori e per mantenere una buona estetica.
    4. Protezione invernale: In climi freddi, potrebbe essere necessario proteggere le viole del pensiero durante l’inverno, ad esempio con uno strato di pacciame attorno alle piante.
    5. Controllo parassiti e malattie: Monitora attentamente la presenza di parassiti e malattie. In caso di infestazioni, trattale con metodi appropriati come insetticidi o fungicidi.
    6. Divisione delle piante: Le viole del pensiero possono essere divise e trapiantate ogni pochi anni per mantenere la loro vitalità.

    Primula: coltivazione e cura


    Attirati dai colori, dalla bellezza, dalla poesia abbiamo acquistato le primule in offerta e ora vorremmo trattarle al meglio.
    Dedicato a noi, un piccolo vademecum e gli errori da evitare:

    1. Posizione e Luce:
      • Posiziona la primula in un luogo con luce indiretta o parzialmente ombreggiato. Evita l’esposizione diretta ai raggi solari intensi, specialmente nelle ore più calde della giornata.
    2. Terreno:
      • Utilizza un terriccio ben drenante e ricco di sostanze organiche. Le primule preferiscono un terreno leggermente acido. Non lasciarle avvolte nelle proprie radic, svasale e apri leggermete le radici.
    3. Irrigazione:
      • Mantieni il terreno costantemente umido, ma evita ristagni d’acqua che potrebbero causare marciume radicale. Innaffia quando il terreno inizia a seccarsi in superficie.
    4. Temperatura:
      • Le primule prosperano a temperature fresche. Mantieni la stanza intorno ai 15-20 gradi
        Evita esposizioni prolungate a temperature estreme.
    5. Fertilizzazione:
      • Fertilizza le primule ogni 2-4 settimane durante la stagione di crescita (primavera-estate) con un fertilizzante bilanciato a metà della dose consigliata.
    6. Potatura:
      • Rimuovi i fiori appassiti per promuovere una fioritura continua. Puoi anche potare leggermente la pianta se diventa eccessivamente alta.
    7. Protezione in Inverno:
      • Se coltivate all’aperto, fornisci una protezione in inverno, specialmente in aree con temperature molto fredde. Uno strato di paglia può essere utile.
    8. Malattie e Parassiti:
      • Monitora la pianta per segni di malattie o parassiti. Se noti foglie gialle, macchie o altri sintomi anomali, trattali di conseguenza con prodotti specifici o rimuovendo le parti colpite.